27 febbraio 2012

Ringraziamenti post mortem

Macché, non sono mica morto. Non ancora.
Solo, nel caso che questo blog mi sopravviva, e non me lo auguro, non vorrei lasciare la lacrimosa valle senza essermi profuso nei dovuti ringraziamenti.
Semmai, se qualcuno pensava che avrei dovuto ringraziarlo prima di crepare, può sempre passare da qui e vedere se è stato nominato.
Anche perché non aspiro a un trapasso a seguito di lunga e dolorosa malattia, non tanto per me, quanto per voi perché magari vi dovreste sorbire i miei deliri su queste pagine. Mi prefiggo invece di uscire di scena d'un botto, da novantacinquenne mentre, al fin della fiera, mi barcameno con una 89enne Cucinotta.
Quindi, ecco, non avrei tempo per i saluti, diciamo che mi prendo un po' d'anticipo.
Tralascio i familiari che già sanno quanto devo loro, anche se, a rigor del vero, qualcuno dovrebbe ben ringraziare me ;)
Non potendo elencare comunque tutti i meriti che le persone sottocitate hanno avuto nella mia vita, mi limiterò a uno ciascuno.
E dunque ringrazio:
  • la mia maestra Fernanda delle elementari per avere cementato i primi mattoni nella mia testolina e avermi mostrato dove stava la calce;
  • la mia cugina Fiorella, per avermi insegnato a leggere;
  • Guido Gratton (scudettato viola del 1955-56) per avermi insegnato a tenere una racchetta in mano;
  • la mia profe d'Italiano delle superiori, Violetta, per avermi insegnato le robe che trovate qui (4° racconto);
  • il Frilli babbo, per avermi introdotto all'ironia e per un giovedì del 1980 in cui si presentò all'uscita di scuola con la Settimana Enigmistica verde con Alain Delon in copertina;
  • il Frilli figlio grande, per essere stato l'altro baccello dello stesso guscio per oltre 10 anni;
  • il Frilli figlio piccolo per essersi fatto spesso trascinare dalle mie innumerevoli e balzane idee, tra cui FilMatti;
  • il Fornax, nonché Giacomo, per essere venuto in stazione quella mattina che iniziavo a pendolare su Bologna, portandomi Il Dio del Fiume con la sua dedica speciale;
  • Fede per averci lasciato il lettone, ad Haarlem, ed aver dormito nella nicchia;
  • lo Gnozzi (alias il Fra di FurFra), per la sua immensa classe e la malpagata collaborazione col sottoscritto (nostro il "MUCCHE - PIET MANDRIAN" di cui alla foto);
  • La Settimana Enigmistica, nelle persone di tutti i redattori e in specie di Briga, che creò Hombre;
  • la Ninfa, un setter inglese che con la sua cucciolata mi ha regalato momenti di pura felicità bambinesca;
  • Darwin, un micio finto certosino, scorbutico e adorabile, per avermi scaldato le cosce nei sabati d'inverno quando alle 7 a.m. toccava stare davanti al piccì.

p.s. le ulteriori e eventuali aggiunte di nomi sono a pagamento.

35 commenti:

  1. io sono dell'idea che non si debba necessariamente morire per dire grazie.

    per dire, ora dico grazie a te perché con questo post mi hai ricordato che non devo scordarmi i miei grazie per ciò che ho avuto oggi.

    quindi, appunto, grazie.
    aggratis, per giunta :P

    RispondiElimina
  2. E neanche un ringraziamento a Gigi Riva!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh gigi riva avrebbe dovuto essere senz'altro della partita, se solo penso a quante volte al campino ho pronunciato le parole "faccio Riva", e c'ho pure pensato, ma mi sono imposto una regola: esseri umani e animali conosciuti personalmente.
      Del resto ce l'ho fatto entrare dalla finestra, seguendo il link su Giacomo.

      Elimina
  3. Come in "Generazione X" di Douglas Coupland abbiamo tutti il pensiero fisso della morte e del messaggio da lasciare sul blog. Tu, Livefast (ossessionato, direi), io segretamente.

    Siamo così prevedibili?

    RispondiElimina
  4. A me invece divertirebbe leggere i post di un Hombre del tutto rincoglionito ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo stai già facendo, OBI.

      Elimina
    2. Avevo previsto... per questo ho scritto "del tutto" ;)

      Elimina
  5. In cima al mio elenco ci metto me stessa, perché quelle una o due cose veramente belle che ho fatto nella vita le devo principalmente al mio piccolo coraggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so mica se si può... chi ti credi d'essere, Gianni Schicchi?
      :)

      Elimina
  6. Scrivere un post del genere così prematuramente è pura follia, porta sfiga ahahhaha almeno andrebbe rivisto il titolo, poi il resto ci può stare.
    Cmunque grazie mi hai fatto sorridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è il mio scopo principe, non crepare, far sorridere.

      Elimina
  7. Quanto viene una lapide piccola, giusto nome cognome e qualifica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nei commenti offre la Linea:
      Ringrazio La Donna Camèl - Mentoressa - perché, senza tante pappine retoriche, t'insegna come stare nella blogosfera, con l'esempio.

      Elimina
    2. Oh ma grazie, io ero disposta a pagare e ho trovato un'offerta speciale :*

      Elimina
    3. offelta speciale pel mentolessa palecchio speciale

      Elimina
  8. A corollario dei ringraziamenti, aggiungerei un auto-coccodrillo, che non è la nuova versione della Duna, state tranquilli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiat, successo del progetto qualità totale: a Rieti una Duna si è messa in moto. (cuore)

      Elimina
  9. Grazie al tuo di talento.. malpagatissimo...
    ma riusciremo ad essere pagati e appagati.

    Fra di FurFra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra, grande!
      Ora si parte colle favole e l'anno prossimo si sbanca Tolentino. Preparati.

      Elimina
  10. La Settimana Enigmistica (maiuscolo). Sigh. Quella che manca a tutta la famiglia, e che mia sorella mi scannerizza e mi manda via mail pagina per pagina, che ci tocca aspettare un mese prima di scoprire quella maledetta ultima differenza "che, mamma, l´ultima é sempre la piú difficile di tutte, da trovare" (figlia di 6 anni). Quella che io aspetto per il senza schema, e mio marito per i polizieschi, e la bimba per le differenze e i puntini. Quella che pago 4 euri e 10 ogni volta che arrivo all´aeroporto di Francoforte. Quella che mi fa sentire italiana all´estero piú di Totocutugno quando ero in Germania.- Ode alla settimana- Ma tu, quoque, Hombre, perché?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fartela breve, nasco enigmatico... Con la SE varie collaborazioni, principalmente rebus.
      da fruitore i triplici incroci obbligati per me numero uno.

      Elimina
    2. Mi inchino ossequiosa. Per i rebus e anche per i triplici incroci obbligati: conosco solo gli incroci obbligati normali, e giá con quelli appena li vedo mi agito che non so piú a chi dare la precedenza :-)

      Elimina
  11. Mondrian è stata fonte d'ispirazione anche per me, mentre Il Dio del fiume mi è piaciuto tanto che mi ha fatto amare Wilbur.

    Se vuoi posso farti avere uno sconto sulla lapide :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lapidaria!
      Salutami Taita.

      Elimina
    2. Ecco un latro che mi dà della mummia! O della faraona? Per me un'insalata :)

      Elimina
  12. Sei troppo buono! Io continuo a sostenere che dopo la storia di Gigi Riva, Giacomo non dovevi perdonarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspetta di leggere i vaffanculo post mortem

      Elimina
  13. Tra un barcameno e un barcapiù hai fatto ingelosire, nell'ordine: Scarlett Johansson, Sienna Miller, Laura Morante e la Concita.
    Vedi un po' tu: rimanda la dipartita intorno ai 105, perchè se non vai in barca con tutte, quelle ti rigano la lapide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica per altro, ma il rumore dev'essere fastidiosissimo. Cmq mi faccio cremare e disperdere nei miei boschi. Mia moglie lo sa già, ma, nel caso si scordasse, ti nomino uffizialmente mio esecutore funerario.

      Elimina
    2. Grazie, son commosso, per me è un'onoranza.

      Elimina
    3. sei in gran forma, volare t'ha fatto bene.
      E anche atterrare, mi sa.

      Elimina
  14. Che tu voglia salutare la curva a 95 anni di botto mi potrebbe anche andare bene, vorrei solo sapere che fine mi avrai fatto fare nel frattempo visto che ti barcamenerai con una giovane Cucinotta.

    RispondiElimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...