1 febbraio 2012

All you need is boomerang

Il punto è che non riesco a mettermi in pari. In ufficio e a casa i fogli mi prendono di mira, mi circondano, mi assaltano e mi sommergono. E per quanto m'impegni a sminestrare le rogne che si portano appresso, altre ne arrivano. A frotte.
A tutto questo s'aggiungano un paio di caselle email (sempre ufficio e casa) perennemente zeppe di posta da smistare, archiviare, cancellare se va bene o, se va male, da lavorare, sempre con il fiato dell'Amministratore di Sistema sul collo. Alla fine son fogli anche quelli. E non penso di essere una mosca bianca, ma di avere un grado di sommersione da fogli nella media.
E non ce la si fa a stare al passo perché, per quanti fogli puoi far fuori, loro si riorganizzano e s'incrementano di numero, lunghezza e frequenza in un'inarrestabile progressione. Tutto quello di cui ho bisogno è il boomerang. Certo non un boomerang qualsiasi, no, bensì The Magic Boomerang.

Chi ha visto come me, nel Pleistocene, Tom, un ragazzino australiano lanciare il boomerang e risolvere tutti i suoi problemi fermando il tempo nel lasso da quando scaglia l'attrezzo ricurvo a quando gli ritorna tra le mani, non può non desiderarlo intensamente.
Tirerei il mio boomerang alto nel cielo, una parabola allungata nell'infinito e tutto sotto che si congela: persone, cose e flusso di fogli. Solo così potrei avere una chance per rimettermi in pari. D'altra parte il tempo, il vero tesoro di quest'era frenetica, è una risorsa preziosissima e impagabile.
Fatti i dovuti calcoli, non è che mi servirebbe spesso, no, basterebbe un giorno al mese, ecco. Un giorno al mese in cui tutti se ne stanno buoni, fermi immobili: mogli, figli, server, postini, capi, colleghi, celentani, ritepavoni... e io che approfitto per spuntare il To Do, archiviare i fogli, le mail e rimettermi in pari.

20 commenti:

  1. Fermare il tempo certe volte è quello di cui sento il bisogno anche io. Necessito tempo oppure di una Lei che mi mantenga.

    Io glieL'ho proposto: resterei a casa, pulirei, cucinerei, curerei i bimbi e Lei lavorerebbe. Niente, non sembra essere d'accordo. Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speaker tu non sai quello che stai dicendo... guarda che ti faccio rifare il test delle macchie!

      Elimina
    2. Pur di non lavorare, faccio il casalingUo!

      Elimina
    3. quando comincerai a vedere un ferro da stiro e il colletto d'una camicia nella macchia n. 3, sarai pronto.

      Io sono Hombre e sto ascoltando Rock the Casbah dall'album Combat Rock dei Clash, tu speaker fai come cazzo ti pare.

      Elimina
  2. Viste le temperature non è che alla fine l'hai tirato, 'sto boomerang, no?!

    RispondiElimina
  3. Oppure prendi i fogli di carta, crea tanti aeroplanini e falli volare.
    (su su, muovi quelle chiappe e lavora, suda, produci!) :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti ieri ho dato una ravversata a 6 mesi di fogli e oggi avevo la rilassatezza giusta per poterne scrivere.
      (e il postino oggi non s'è visto)

      Elimina
  4. Se non funziona c'è un altro metodo più semplice: tirare il boomerang al postino; secco in fronte. Tra ricovero e giorni di malattia per almeno 3 settimane buone non avrai posta indesiderata.

    RispondiElimina
  5. Ecco, son riuscito a embeddare il video nel post. Mi scuso con i primi fruitori che non l'hanno visto.
    Questo commento è stato creato solo per poter scrivere "embeddare" e "fruitori".

    RispondiElimina
  6. In questo post sono un intrusa...quello che mi avanza in questo momento è il tempo! Ti assicuro che c'è da impazzire ad averne tanto....:)
    Quando davano quel film non ero ancora nata, ma non mi è nuovo avrò visto delle repliche..boh
    Però mi servirebbe quel boomerang...vorrei fermare il tempo per un po perchè vedo i miei ragazzi sempre più "grandi", oramai molto raramente mi chiedono di risolvere i loro casini....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacerebbe fermare il tempo per godermi mio figlio che cresce sempre troppo in fretta...

      Elimina
  7. Mi piacque parecchio fruire di questo post con emedding annesso.
    L'assurdo è che tutta questa tecnologia, stando alla pubblicità, dovrebbe lasciare una marea di tempo libero, invece è sempre peggio.

    RispondiElimina
  8. Che cosa bella questo post!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Hombre!
    Stupenda l'immagine del boomerang che viaggia e tutto sotto si congela.
    Siamo sempre troppo di corsa, e a fine serata ti chiedi: "perché correre?". Mica siamo dei Forrest Gump! Così facendo non ti assapori gli attimi della giornata che volano via come boomerang.
    Ma non è meglio ricevere il boomerang direttamente sulla testa così ci fermiamo un po'? farà male ma invece che le palle, gireranno i pensieri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, forse ho esagerato con il congelamento.

      Elimina
  10. Quando non si riesce a mettersi in pari il segreto (per me) è mollare tutto per un giorno e poi buttarsi a pesce per riemergere solo a lavoro finito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per il consiglio, me lo appunto su un fogliooooooaaaaaaaargh!

      Elimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...