26 febbraio 2012

Di bicchieri e di binocoli

Io non ho il vizio di mettermi lì a pensare troppo sulla vita. E dico vizio perché secondo me non è una buona cosa.
Intendo se la vita mi ha più dato o più preso, intendo se la devo vedere rosa o la devo vedere grigia e intendo se la devo prendere di tacco o di punta.
La prendo come viene, senza creare una partitura filosofica per ogni avvenimento che mi tocca o per ogni scelta che faccio.
E non amo svaccarmi in riflessioni sul mezzo bicchiere che la vita ogni giorno ti serve al bancone.
Anche perché non è detto che lo status di mezzo pieno sia migliore del mezzo vuoto, se dal bicchiere ci ho bevuto io.
Ma se mi costringete a usare un binocolo per guardarmi in giro, per puntarlo sulla mia famiglia, sul mio Paese, sugli amici, sul mio lavoro o sui miei piedi state pur certi che l'impugnerò dalla parte canonica.
I vedo nero per partito preso, quelli con il grugno stampato, quelli che anche se sorridono stonano tanto son disabituati, quelli che prendono lo stramaledetto binocolo e lo usano rovesciato mirando il mondo, ecco, quelli, non so... mi sembra che fanno(*) due fatiche.

(*) Aut. Min. Conc.

18 commenti:

  1. Ti avverto che manca la "o" ad "io vedo nero", forse ti è rimasta attaccata sull'occhio mentre guardavi attraverso il binocolo! :)

    RispondiElimina
  2. no, son proprio una categoria... ecco li ho corsivati, magari è più chiaro.
    grazie del pensiero

    RispondiElimina
  3. Volevo segnalarti un refuso: nell'ultima parola una effe al posto della enne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che culo! grazie.
      beige cmq è proprio il peggio, meglio i vedo nero dei vedo beige.

      Elimina
    2. Ho sempre avuto difficoltà a prender parte in maniera decisa.

      Elimina
  4. mi sento spesso accusato di essere persona che non pensa, forse sarò un istintivo, ma per chi mi accusa una cosa è certa: quanta sofferenza nell'elaborazione delle sue interminabili menate.

    RispondiElimina
  5. Se non pensassi "troppo alla vita" non saprei che scrivere.

    RispondiElimina
  6. Se hai il bicchiere mezzo pieno te lo rabbocco volentieri Hombre! Cosa preferisci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che domande, conte, un montenegro andrà benissimo.
      se te n'è avanzato...

      Elimina
  7. Concordo con te: questi che devo cercare un significato per tutto, anche per la vita: E' CU...FORTUNA! Voglio dire: come mai tanti hanno difficoltà ad ammettere o anche solo accettare che non ci sia nessun senso? Ma se ci fosse un senso sarebbe più importante la vita e tutto quello che facciamo? Eppure si fanno tante cose senza senso, ma quelle allora?
    Cmq posso unirmi alla bevuta? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se il conte ci ripiena i bicchieri.
      cin cin

      Elimina
  8. Io vedo colorato per partito preso.
    E se il bicchiere non è pieno, ci verso dentro qualcosa io!

    RispondiElimina
  9. Potresti avere Marzullo sulla coscienza, qualora leggesse queste tue osservazioni.

    RispondiElimina
  10. io sono per "il pessimismo della ragione e l'ottimismo della volontà"... poi dipende dal periodo il prevalere dell'uno sull'altro.

    p.s. ma che cosa è successo ai commenti di blogspot?, tutti con un grafica orribile ... o è solo da me che ho il blog vecchio (ma con il fuso giusto)?

    RispondiElimina
  11. Mio fratello dice che solo gli ottimisti o i pessimisti stanno a guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto.
    Lui constata soltanto l'incompetenza di chi sta utilizzando un contenitore di capacità inadeguata.
    Ma lui la vita la vede con occhi da ingegnere.

    RispondiElimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...