7 novembre 2011

Per i miei 11001 lettori

Esistono due tipi di persone, quelli che classificano le persone in due tipi e gli altri.
Adoro le top five, le top ten, le top #numero a piacere#.
I decaloghi, le tre buone ragioni per, gli elenchi puntati le classificazioni di ogni genere e le suddivisioni di un insieme in due elementi.
Adoro queste semplificazioni in campo umoristico. Perché spesso, andare a esporre sinteticamente concetti complicati, ha già in sé un'anima comica legata a tutto quello che giocoforza resta fuori.
Indipendentemente poi dai punti descritti nel merito dal concetto.
Alcuni esempi più o meno famosi:
  • Gli uomini si dividono in due categorie: i geni e quelli che dicono di esserlo. Io sono un genio. (Enzo Costa)
  • Le donne si dividono in 2 categorie: quelle che amano le borse e quelle che amano le scarpe.  (Sex and the city) (Sì lo so, questa è vistosamente errata, esiste solo un tipo di donne, quello che ama le scarpe e le borse)
  • Le grandi storie d'amore si dividono in 2 categorie: quelle sfortunate e quelle infelici. (Max Greggio)
  • Le donne si dividono in due categorie: quelle che sono state a letto con me e quelle che dovrebbero farlo entro fine mese. (John Russell)
  • In Italia i pazzi si dividono in 2 categorie: quelli che si credono Napoleone e quelli che pensano che sia possibile risanare le Ferrovie dello Stato. (Giulio Andreotti)
  • I blog si dividono in 2 categorie: i free-captcha blog e quelli che saranno presi d'assalto dai black-blog (il braccio armato delle BACH).
Ma la più bella classificazione, quella che in campo umoristico mi commuove fino al midollo, quella che mi porto nel cuore come fosse una coppetta di gelato al pistacchio di Bronte e che ogni tanto tiro fuori per darle una leccata e godere - ad occhi chiusi - della sua meravigliosa genialità, è questa:

Ci sono solamente 10 tipi di persone nel mondo: chi comprende il sistema binario e chi no.

20 commenti:

  1. Sono andato su wikipedia e ho capito la battuta.
    Stavo pure cercando di capire se alla fine hai 13 lettori, ma sono dovuto fuggire dalla lettura di tutte le formule del Sistema Metrico Binario, un attimo prima che l'umore mi si facesse rancido.

    Reco in dono una riflessione a riguardo del Divin Pessoa, che così scrisse:
    "I classificatori di cose, che sono quegli uomini di scienza la cui scienza consiste solo nel classificare, ignorano in generale che il classificabile è infinito e che dunque non si può classificare. Ma ancora di più mi stupisce che costoro ignorino l'esistenza di classificabili incogniti, cose dell'anima e della coscienza, che abitano negli interstizi della conoscenza."

    RispondiElimina
  2. Bellina la classificazione finale! Io posso dire che orgogliosamente l'avevo capita subito. Anche perché c'ho il ragazzo che si diverte a testare la mia elasticità mentale facendomi contare col sistema binario e ogni tanto anche con quello esadecimale! Pazzia!

    The Life After

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ehm 1101? (sono cacacazzi, lo so)

    RispondiElimina
  5. Le donne si dividono in due categorie, quelle che nessuno nota e quelle come me :)

    RispondiElimina
  6. Il primo punto non era di Groucho Marx?
    Beh, come disse lo stesso: "Citatemi dicendo che sono stato citato male" :-)

    RispondiElimina
  7. Rendo grazia alla signora Pedia Wiki, io e i numeri abbiamo litigato alla nascita in maniera irreversibile (infatti fingo di averla capita e rido ahah!)

    Simpatiche (ops!) quelle semplificazioni umoristiche, non le conoscevo tutte, felice di far parte dei black-blog! :)

    RispondiElimina
  8. @k caro... "interstizi" mi dici... ah quali soavi visioni, e ricordi e profumi mi evoca questa parola.

    @tla esadecimale mi sa che di lettori ne ho 19, sempre citando il Divin Manzoni (tiè Pessoa)

    @sm non 1101, 11001... ti sei perso uno zero, che là in mezzo conta

    @alice Vista!

    @LC è di Groucho? Lode a Groucho.

    @OBI ci sono 10 captchiani irriducibili... in binario... oh oh...

    @tutti Ecco una bella utility per chi non ama il binario triste e solitario.

    RispondiElimina
  9. @Hombre: riguardo al tutti... Un apostolo!
    Grazie! Un simpatico link!

    RispondiElimina
  10. Belle.
    Hai ragione, le semplificazioni sono fantastiche.

    RispondiElimina
  11. @k ti ammazzo, senz'apostrofo coll'apostrofo.
    Ho installato sul blog un rivelatore digitale di "simpatic" e ogni volta viene scritto scatta il perimetrale.

    @jk m'è scattato il perimetrale pure per "fantastiche" che tanto tanto pigghiavi p'o'culo?

    RispondiElimina
  12. Dai ma 25 sono pochino... Facciamo finta che 11001 sia in esadecimale. Tanto alla fine che ce frega!

    RispondiElimina
  13. 11001 in binario = 25.

    Apposta dicevo 1101 = 13. Va be', adesso sono 14 ;^)

    RispondiElimina
  14. Mi piace molto la chiusa del tuo post.
    Quando ero piccola dividevo il mondo tra chi sapeva tagliare dritto e chi no.
    Io ovviamente ero dalla parte del no...

    RispondiElimina
  15. Tutti possono imparare a contare in binario, non tutti possono apprezzare certe battute, nemmeno se gliele spieghi.

    RispondiElimina
  16. @sm ah ho capito. eran 13 ora son 14, ma quelli non sono i lettori, no? Almeno non solo quelli... e cmq con "venticinque lettori" il falso modesto Manzoni voleva semplicemente definire "pochi".
    Io sono modesto per necessità.

    @giovy guardando mio figlio piccolo io posso dividere i bambini in due categorie: chi colora stando dentro i bordi e chi no.
    Lui, ovviamente, no. Aaaaaaaaaargh!

    RispondiElimina
  17. 'Sti captcha te li risogni pure la notte, mi sa! :D A me piace il sistema binario. Ha il potere di esemplificare la realtà, dici cavoli! Che poi mica è facile trovare il nome giusto per i 2 spicchioni di torta, ogni volta.

    RispondiElimina
  18. La ringrazio per la citazione del mio aforisma, e in pole position! Ho dato un'occhiata al blog, e mi sembra...geniale.
    Un saluto cordiale
    Enzo Costa

    RispondiElimina
  19. ehm ehm... esimio, ma sono io che m'inchino alla sua genialità (chi di genio ferisce di genio perisce).
    Ringrazio per l'occhiata che restituirò quanto prima con gli interessi.
    p.s. ho letto praticamente tutto quello su cui hai scritto.

    @quelli di blogger - pregasi conteggiare 10 (dieci/DIECI) il commento qui sopra.

    RispondiElimina
  20. Non avrei creduto di essere un'eletta a capire la battuta finale.
    In effetti le semplificazioni non sono veritiere, però utili per gli umoristi.
    Comunque non sono una fanatica di borse e scarpe ergo non sono una vera donna? :)

    RispondiElimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...