26 settembre 2011

Noi che facevamo l’amore in 500

Se a diciott’anni avevate sotto al culo una Golf, vi potete anche risparmiare di leggere il seguito.
La mia 500 era rossa, targata FI471252, colle foderine azzurre e il tettino nero apribile. Il tettino da cui abbiamo urlato la nostra gioia nel luglio dell’82.
Farci l’amore dentro era un'impresa.
Il primo requisito fondamentale erano i reclinabili visto che non tutti i modelli li montavano.
E poi? Poi serviva convinzione, slancio, acrobatismo, creatività, spirito di sacrificio, adattamento, ironia e anche sprezzo del pericolo, per la temuta leva del cambio sempre pronta a profanarti da dietro.
Inoltre, tasto dolente, serviva pure una ragazza.
A vederle oggi, quando ti sfrecciano accanto che c’è un raduno, pare impossibile perfino che ci s’entri seduti figuriamoci se ci si può immaginare quella 500 come teatro di performance erotiche.
Diciamolo, quando si pigliava a prestito la 127 del babbo era come fissare una camera all’Hilton.

8 commenti:

  1. Sisì faccio parte anch'io di quel "noi"...
    Oggi quando ne vedo una (raramente devo dire)inizio quasi a piangere.
    Ma solo perchè mi ricordo il dolore improvviso di quel cambio nel culo!:)

    RispondiElimina
  2. Noi non avevamo i sedili ribaltabili e allora andavamo dietro, sul divanetto. Niente pomello del cambio a dar fastidio ;)

    RispondiElimina
  3. La 500 è stata rinverdita (prima che dal nuovo modello fiat) dal mitico film CARS della Pixar. E' un bel film davvero (una strana americanata dove alla fine il protagonista non vince, ma impara la decrescita). Solo che i miei figli, per strada la chiamano "la cinquecento vecchia" o addirittura "luigi"

    RispondiElimina
  4. Per la A112 era lo stesso... ;-))

    RispondiElimina
  5. Tanti esperti di sesso in auto.
    Io più di auto sesso.

    RispondiElimina
  6. Io non avevo la macchina.
    Per quelle cose lì (il plurale è una licenza poetica) mi facevo prestare la 500 da un caro amico.

    RispondiElimina
  7. Uguale precisa identica alla mia prima macchinina targata anno 1980!
    Anche tu dovevi fare la "doppietta" per scalare le marce?
    Mi sembrava di saper fare chissà quale performance!
    Per le performance di altro genere, però, preferivo la 131 azzurra metallizzata. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, "la doppietta" era mitica, io c'avevo pure messo un cambio e un volante da competizione per fare il ganzo con gli amici.
      3 volte mi ha lasciato a piedi e ogni volta che passo da quei luoghi chi ho accanto si deve (ri)sorbire i miei racconti sui guasti, sui traini artigianali e sui costi delle riparazioni.

      Elimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...