24 gennaio 2013

Le regole della casa, sidro o non sidro



Pochi e banali consigli che vi consentiranno: single, di stare meglio con voi stessi; figli, di non far infuriare i vostri vecchi; coinquilini, di mandarvi a fanculo con una frequenza minore e, coppie, di far perdurare l'amore (parole grosse).

1 - La lavastoviglie non raggiunge mai, MAI, lo status di piena. C'è sempre lo spazio per l'inserimento postumo del bicchiere del bicchiere della staffa, della tazza della tisana e della tazzulella del deca serale. Tanto che se Zenone fosse oggi tra noi ci esporrebbe il paradosso di Achille e la lavastoviglie.

2 - Chi usa l'ultimo foglio di carta (igienica o da cucina è isctéss) è tenuto a sostituire il rotolo e, nel caso, a ripristinare la scorta. Dividere l'ultimo strappo a metà, e poi ancora e ancora fino a lasciare a chi segue il famigerato coriandolo è operazione di infima moralità.

3 - I sacchi di raccolta rifiuti dovranno essere chiusi nell'istante stesso in cui si esce per buttarli. Farlo prima porterà fatalmente un familiare (o voi) a scolarsi una lattina ulteriore di birra o ad accartocciare un giornale, scaturendo immediate questioni etiche di smaltimento o improbabili e avvilenti tentativi di riapertura legacci.

4 - Mai buttare il tubetto di dentifricio prima di averlo sostituito con il nuovo. Il tubetto assume una connotazione similare, seppure di segno opposto, al casus lavastoviglie. Se essa non è mai piena, esso non è mai vuoto. Una punta di materia, strizza strizza, ce la potete tirar fuori per mesi a venire.

5 - Mai buttare a lavare gli asciugamani prima di averli sostituiti con quelli puliti. Sempre che non abbiate installato in bagno il vortice spara aria calda fregato all'autogrill, quantunque scomodo per il bidet.

6 - Asciugare lo spazzolino da denti dopo l'uso, il manico proprio, prima di riporlo al suo posto. Metterlo nel bicchiere sgocciolante creerà un ristagno di acqua e il proliferare nella stessa d'una colonia di germi. E non è quella l'acqua di colonia.

7 - Evitare di fare una palla del vostro pigiama e metterlo via così, seppur nei vostri spazi. Abbiate rispetto per il voi che dovrà reindossarlo una manciata d'ore dopo.

8 - Tenere pulito il piano dei fornelli. Se necessario lustrarlo ogni sera e averne estrema cura anche quando cucinate. L'igiene del piano cucina è lo specchio di come siete davvero. Ricordàtelo, i vostri ospiti (anche quelli inattesi) lo sanno e potranno giudicarvi su questo.

9 - Non sbattere la porta del frigo. Si consiglia accompagnarne la chiusura sempre come se fossero le 4 di notte e foste scesi dal letto per finire il tiramisù.

10 - Mai scrivere un decalogo di regole per la casa.

8 commenti:

  1. Ti seguo solitamente in silenzio, ma 'sta volta mi strappi un commento: ti adoro! Hai saputo esprimere quello che io sapevo, ma non sapevo di sapere, non so se mi spiego. Corro a far plastificare il cartellone con le regole dell'Hombre. Siamo in cinque, ce n'è proprio bisogno.
    Elenuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di averti strappato 'ste righe, te ne elargisco un'altra di regole, personale, mirata:
      11 - mai far plastificare alcunché. Remember.

      Elimina
    2. Hai ragione di nuovo, accidenti. Quasi quasi mi fai paura.
      E.

      Elimina
  2. Achille e la lavastoviglie è geniale.

    RispondiElimina
  3. al nostro bicchiere degli spazzolini facciamo fare una biopsia una volta al mese.

    RispondiElimina
  4. Ti adoro!
    ti confesso che la palla al pigiama la faccio spesso, però è di pile e non si stropiccia.

    RispondiElimina
  5. io non ho il bicchiere dello spazzolino per evitare che si riempia di germi. tengo lo spazzolino sul bordo di un ripiano, attento che le setole non tocchino mai e poi mai il ripiano stesso.

    RispondiElimina
  6. Fortuna non uso il pigiama. Per il resto, son già bello che compromesso.

    RispondiElimina

Ma dici a me? Ma dici a me? Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...